IL GIARDINO DEGLI INCONCLUDENTI, 5 DOMANDE A HALE

Hale

Il giardino degli inconcludenti è il disco d’esordio di Hale, all’anagrafe Pasquale Battista: nato a Salerno nel 1995 si avvicina alla musica fin da bambino. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con lui per conoscerlo meglio, in vista del suo concerto in programma domenica 15 luglio a Roma (Parchi della Colombo, via Cristoforo Colombo 1897 – ingresso 15€. Biglietti disponibili in prevendita anche su TicketOne e iticket).

Come ti sei avvicinato alla musica?

Ero molto piccolo. A due anni ‘cantavo’ già Baglioni insieme a mio padre. C’è anche un video sulla mia pagina Facebook che può testimoniare l’evento. Con uno stile di infanzia così, la passione per la musica’ può accompagnare solo’ (ride, ndr).

Quali sono i tuoi artisti di riferimento?

Mi definirei un baglioniano zerofolle, data la grande ispirazione che Baglioni e Renato Zero mi danno, senza tralasciare Cremonini che mi accompagna da quando avevo nove anni. Amo moltissimo anche Lucio Dalla.

Come nascono i tuoi brani?

I miei brani nascondo dall’esigenza di dare una forma e un nome a sensazioni e sentimenti che inizialmente avverto un po’ indefiniti. È una bella liberazione.

Ci spieghi il titolo Il giardino degli inconcludenti?

L’inconcludenza, vuoi o non vuoi, è un aspetto silenzioso e costante dell’essere umano. Anche quando tutto sembra andare per il meglio e ti sembra di correre veloce può capitare a volte di non accorgersi di perdere alcuni dettagli di ciò che ci circonda. Anche questo è essere inconcludenti, nonostante l’apparente sensazione di appagamento. Inconcludenza in testa, nella vita e anche e soprattutto in un sentimento complesso come l’amore. A volte si fanno tanti progetti, ci si crea molte aspettative…e magari per una cosa stupida o un capriccio stupido svanisce tutto, come se fosse stato soltanto un sogno.

Ti sei affacciato da poco al mondo discografico, quale pensi sia la strada più giusta da seguire per emergere?

Non lo so, personalmente non ho molti santi in paradiso. Forse solo uno, che è il mio produttore, Michelangelo Tagliente, insieme a tutto lo staff Melody. È stato l’unico a riuscire a tirarmi fuori da un momento molto complicato della mia vita, non solo artistica. A parte il cliché scontato di mamma e papà, che ringrazio sempre con tutto l’amore che posso, credo fermamente di dovere tutto a lui, anche se, pensandoci bene, forse più che un santo, lo definirei un demonio (ride, ndr).

Vuoi condividere questo post?Share on Facebook21Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito web si serve di cookies. I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati collocano all’interno di computer, telefoni o altri dispositivi, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita dell’utente.
Nel corso della navigazione su un sito, l'utente può ricevere anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi presenti sul sito che si sta visitando.
I cookie sono necessari per agevolare la navigazione e renderla più semplice, non danneggiando in alcun modo il computer.
Noi utilizziamo:
Cookie di analisi
Usiamo i cookie di Google Analytics per quantificare il numero di utenti che visitano il nostro sito. Possiamo inoltre misurare e analizzare come i nostri utenti navigano nel nostro sito. Tali informazioni ci consentono di migliorare costantemente i nostri servizi e la tua esperienza.
Per maggiori informazioni visita la pagina sulla privacy di Google Analytics. http://www.google.com/intl/it_ALL/analytics/learn/privacy.html
Cookie di terze parti
Alcune sezioni del sito utilizzano cookies di terze parti per garantire le interazioni con i social networks (ad esempio i tasti “Mi piace” o “Condividi” di Facebook, o il pulsante “+1″ di Google+).
Per maggiori informazioni:
Google+ http://www.google.com/intl/it_it/policies/technologies/cookies – http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing
Facebook https://www.facebook.com/about/privacy – accedere al proprio account, sezione privacy
In nessun caso verranno raccolti dati di carattere personale. I cookie hanno un periodo di validità massimo di 2 anni. Navigando nel nostro sito web, accetti che questi cookie vengano scaricati sul tuo dispositivo e che acquisiamo dei dati durante le tue visite future.
Le informazioni memorizzate nei cookie del nostro sito web sono usate esclusivamente da noi, ad eccezione di quelli raccolti da terze parti (google analytics).
E possibile negare il consenso all’utilizzo dei cookie selezionando l’impostazione appropriata sul proprio browser: la navigazione non autenticata sul sito sarà comunque disponibile in tutte le sue funzionalità. Di seguito forniamo i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell’help del software normalmente disponibile attraverso il tasto F1):
Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows-vista/block-or-allow-cookies
Google Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Bloccare%20i%20cookie
Apple Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://www.opera.com/browser/tutorials/security/privacy/
Adobe (plug-in for flash cookies): http://www.adobe.com/security/flashplayer/articles/lso/
In alternativa è possibile disabilitare soltanto i cookie di Google Analytics, utilizzando il componente aggiuntivo di opt-out fornito da Google per i browser principali. Ricorda che eliminando i nostri cookie o disattivando cookie futuri potresti non accedere ad alcune sezioni o funzionalità del sito.

Chiudi