“THE OLD SCHOOL”, UNA CHIACCHIERATA CON GLI EXTREMA

extrema

Dopo ben 30 anni di attività gli Extrema, storica formazione thrash metal nostrana, hanno deciso di mettersi in gioco, provando a risuonare e raccogliere in un ep – The Old School EP appunto (Punishment18 Records) – alcuni brani scritti originariamente nel 1987 e mai pubblicati, insieme ad una riedizione di canzoni storiche (Child Abuse e M.A.S.S.A.C.R.O, entrambe finite su Rehearsal del 1989, Tribal Scream da Promo Tape del 1990 e Carcasses).

Sembra facile…abbiamo chiesto direttamente a loro com’è andata.

Dopo il Tour Europeo del 2013 Paolo Crimi nostro batterista per quasi una decade ha deciso di abbandonare la band, è stato prontamente rimpiazzato da Francesco ‘Frullo’ La Rosa. Per presentarlo ai nostri fan ho proposto (parla Tommy ndr.) di registrare i pezzi che erano rimasti accantonati in passato, pezzi che abbiamo suonato per anni ma che per diversi motivi non hanno mai trovato spazio in un nostro disco ufficiale, era l’occasione più adatta. Ad un certo punto si era anche pensato di aggiungere dei pezzi nuovi e di farne un album vero e proprio, ma in un certo senso avrebbe snaturato il senso di questo EP. Il titolo è strettamente legato a queste canzoni, tutte scritte nel periodo ’86-’87. Riascoltando questo EP ci si rende conto come queste canzoni non suonino poi così datate, anzi, non so perché ma suonano freschissime a differenza di molte cose che ascolto oggi.

Com’è stato risuonare pezzi scritti quasi 30 anni fa

Riprendere in mano questi pezzi accantonati è stato fantastico, suonati tantissimo in passato oggi rientrano a pieno diritto nella nostra scaletta dal vivo. I fan hanno apprezzato tantissimo questa cosa. Come ho già detto prima, non so perché ma queste songs hanno una freschezza inattesa, le reazioni della stampa e del pubblico sono veramente esaltanti.

Come siete cambiati, se vi sentite cambiati, in tutti questi anni, e il vostro pubblico come è cambiato?

Siamo certamente cambiati come musicisti e come Uomini, la cosa che sicuramente non è cambiata, anzi si è rafforzata ulteriormente è la passione e l’amore per la musica che suoniamo. Anche il nostro pubblico è cambiato: oggi ai nostri concerti puoi vedere alcuni fan che ci seguono da anni accompagnati dai loro figli, fan a loro volta. Sicuramente è meno trasversale rispetto ad una volta.

Nell’ep c’è anche una cover di Ace of Spades, cosa hanno rappresentato per voi i Motorhead e Lemmy (che ci manca già un sacco)?

La storia dietro a questo pezzo è particolare, i motivi che ci hanno spinto a mettere questa cover dei Motorhead dal vivo sono diversi. Quando stavamo pianificando l’uscita di questo EP, la casa discografica ci chiese se avevamo altri pezzi da mettere dentro per rendere l’uscita più corposa, per i motivi che ho spiegato prima abbiamo immediatamente bocciato l’idea di mettere delle songs nuove, quindi abbiamo pensato di mettere qualche canzone dal vivo, ma sempre per il motivo legato al titolo non volevamo mettere niente che non risalisse a quel periodo. Life è stata una scelta pressoché obbligata invece l’idea di includere Ace of Spades è stata quella di mettere una song della band che più di altre è stata una influenza nei primi momenti. Poi proprio perché quest’anno sono mancati Lemmy e Philty e poi sopratutto perché il nostro fonico storico Luigi Galmozzi, che ci ha seguito per anni e che proprio in tour coi Motorhead ci ha regalato delle serate memorabili, è mancato qualche giorno dopo Lemmy. Inutile dire che questa canzone da almeno dieci anni chiude i nostri Show.

A parte i programmi live, che immagino abbiate già, avete progetti per un nuovo disco?

Stiamo programmando un tour, dopo l’estate ri-inizieremo a macinare chilometri e palchi. Abbiamo quattro pezzi pronti a livello di demo, ci stiamo lavorando, e non vediamo l’ora di rientrare in studio.

Vuoi condividere questo post?Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito web si serve di cookies. I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati collocano all’interno di computer, telefoni o altri dispositivi, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita dell’utente.
Nel corso della navigazione su un sito, l'utente può ricevere anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi presenti sul sito che si sta visitando.
I cookie sono necessari per agevolare la navigazione e renderla più semplice, non danneggiando in alcun modo il computer.
Noi utilizziamo:
Cookie di analisi
Usiamo i cookie di Google Analytics per quantificare il numero di utenti che visitano il nostro sito. Possiamo inoltre misurare e analizzare come i nostri utenti navigano nel nostro sito. Tali informazioni ci consentono di migliorare costantemente i nostri servizi e la tua esperienza.
Per maggiori informazioni visita la pagina sulla privacy di Google Analytics. http://www.google.com/intl/it_ALL/analytics/learn/privacy.html
Cookie di terze parti
Alcune sezioni del sito utilizzano cookies di terze parti per garantire le interazioni con i social networks (ad esempio i tasti “Mi piace” o “Condividi” di Facebook, o il pulsante “+1″ di Google+).
Per maggiori informazioni:
Google+ http://www.google.com/intl/it_it/policies/technologies/cookies – http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing
Facebook https://www.facebook.com/about/privacy – accedere al proprio account, sezione privacy
In nessun caso verranno raccolti dati di carattere personale. I cookie hanno un periodo di validità massimo di 2 anni. Navigando nel nostro sito web, accetti che questi cookie vengano scaricati sul tuo dispositivo e che acquisiamo dei dati durante le tue visite future.
Le informazioni memorizzate nei cookie del nostro sito web sono usate esclusivamente da noi, ad eccezione di quelli raccolti da terze parti (google analytics).
E possibile negare il consenso all’utilizzo dei cookie selezionando l’impostazione appropriata sul proprio browser: la navigazione non autenticata sul sito sarà comunque disponibile in tutte le sue funzionalità. Di seguito forniamo i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell’help del software normalmente disponibile attraverso il tasto F1):
Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows-vista/block-or-allow-cookies
Google Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Bloccare%20i%20cookie
Apple Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://www.opera.com/browser/tutorials/security/privacy/
Adobe (plug-in for flash cookies): http://www.adobe.com/security/flashplayer/articles/lso/
In alternativa è possibile disabilitare soltanto i cookie di Google Analytics, utilizzando il componente aggiuntivo di opt-out fornito da Google per i browser principali. Ricorda che eliminando i nostri cookie o disattivando cookie futuri potresti non accedere ad alcune sezioni o funzionalità del sito.

Chiudi