# ULTIMOCONCERTO, quale sarà il futuro dei LIVE CLUB?

ultimoconcerto

Un grido d’allarme, unanime…# ultimoconcerto

Il 28 gennaio alle 11.00 sulle pagine social dei live club e delle sale concerti simbolo della musica dal vivo contemporanea in Italia è apparsa l’immagine che potete vedere qui sopra: è un collage realizzato con le foto delle facciate, dei palchi, delle porte di ingresso che negli anni, per tutti gli appassionati, hanno rappresentato la via di accesso a un concerto, ad un evento, a un’emozione condivisa, ad un’esperienza vissuta con attesa e spensieratezza.

Nell’immagine, oltre al logo della venue, compaiono un punto di domanda, l’anno di nascita e il 2021 a suggerire un possibile anno di chiusura. Oggi infatti oltre novanta sale concerto italiane, nello stesso istante, hanno posto un importante interrogativo su questo anno appena iniziato (che sembra ricalcare le orme dell’anno trascorso a causa della grande emergenza sanitaria globale) e sul futuro. L’hashtag scelto per l’iniziativa lascia spazio a molte interpretazioni e sicuramente ad un grande senso di angoscia e sgomento: # ultimoconcerto.

Quando sarà l’ultimo concerto? O forse c’è già stato?

Quando parliamo di live club infatti dobbiamo pensare anzitutto a un insieme di strutture da mantenere, ad uno staff composto da numerose persone che investono energie e impegno costanti per offrire una proposta legata alla musica contemporanea di qualità.

Parliamo di spazi che si trovano oggi in una situazione di assoluta emergenza, senza alcuna certezza sul futuro e sulla effettiva possibilità di riuscire a superare questa lunga fase di crisi.

Parliamo di palchi che negli anni hanno ospitato e cresciuto artisti di ogni genere e di spazi che hanno formato le figure professionali più affermate e riconosciute di questo settore.

È bene poi ricordare che sale concerto e live club sono fucine di cultura:

  • sono luoghi che permettono ai musicisti di esprimersi, di creare e diffondere arte, di incontrare il pubblico
  • sono realtà caratterizzate dalla loro capacità di veicolare aggregazione e socialità creativa e sicura nei territori
  • sono spazi che, nella maggioranza dei casi, sono rimasti in rigoroso e rispettoso silenzio da ormai un anno

L’iniziativa # ultimoconcerto, a cui hanno aderito da Nord a Sud moltissime realtà (tra punti di riferimento storici per intere generazioni e luoghi nati di recente), porta a riflettere sulla condizione in cui si trovano i live club e le sale concerto che – senza girarci troppo intorno – rischiano di scomparire nonostante il ruolo enorme che questi spazi hanno in termini di creazione, promozione e diffusione di cultura, e il loro indiscutibile valore sociale.

Vuoi condividere questo post?Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito web si serve di cookies. I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati collocano all’interno di computer, telefoni o altri dispositivi, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita dell’utente.
Nel corso della navigazione su un sito, l'utente può ricevere anche cookie che vengono inviati da siti o da web server diversi (c.d. “terze parti”), sui quali possono risiedere alcuni elementi presenti sul sito che si sta visitando.
I cookie sono necessari per agevolare la navigazione e renderla più semplice, non danneggiando in alcun modo il computer.
Noi utilizziamo:
Cookie di analisi
Usiamo i cookie di Google Analytics per quantificare il numero di utenti che visitano il nostro sito. Possiamo inoltre misurare e analizzare come i nostri utenti navigano nel nostro sito. Tali informazioni ci consentono di migliorare costantemente i nostri servizi e la tua esperienza.
Per maggiori informazioni visita la pagina sulla privacy di Google Analytics. http://www.google.com/intl/it_ALL/analytics/learn/privacy.html
Cookie di terze parti
Alcune sezioni del sito utilizzano cookies di terze parti per garantire le interazioni con i social networks (ad esempio i tasti “Mi piace” o “Condividi” di Facebook, o il pulsante “+1″ di Google+).
Per maggiori informazioni:
Google+ http://www.google.com/intl/it_it/policies/technologies/cookies – http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing
Facebook https://www.facebook.com/about/privacy – accedere al proprio account, sezione privacy
In nessun caso verranno raccolti dati di carattere personale. I cookie hanno un periodo di validità massimo di 2 anni. Navigando nel nostro sito web, accetti che questi cookie vengano scaricati sul tuo dispositivo e che acquisiamo dei dati durante le tue visite future.
Le informazioni memorizzate nei cookie del nostro sito web sono usate esclusivamente da noi, ad eccezione di quelli raccolti da terze parti (google analytics).
E possibile negare il consenso all’utilizzo dei cookie selezionando l’impostazione appropriata sul proprio browser: la navigazione non autenticata sul sito sarà comunque disponibile in tutte le sue funzionalità. Di seguito forniamo i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi (per altri browser eventualmente utilizzati suggeriamo di cercare questa opzione nell’help del software normalmente disponibile attraverso il tasto F1):
Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows-vista/block-or-allow-cookies
Google Chrome: https://support.google.com/accounts/answer/61416?hl=it
Mozilla Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Bloccare%20i%20cookie
Apple Safari: https://support.apple.com/it-it/HT201265
Opera: http://www.opera.com/browser/tutorials/security/privacy/
Adobe (plug-in for flash cookies): http://www.adobe.com/security/flashplayer/articles/lso/
In alternativa è possibile disabilitare soltanto i cookie di Google Analytics, utilizzando il componente aggiuntivo di opt-out fornito da Google per i browser principali. Ricorda che eliminando i nostri cookie o disattivando cookie futuri potresti non accedere ad alcune sezioni o funzionalità del sito.

Chiudi